logo
logo

PIC • Marco Boschini

"Questo progetto ha la forza di fotografare l’esistente e di riscoprirlo, di far riemergere quello che ogni giorno attraversiamo a volte con distrazione, con velocità, con ansia, e che non riconosciamo più come qualcosa di nostro, come qualcosa di collettivo"

Marco Boschini • trascrizione integrale

La forza di questo progetto si fonda su due colonne portanti. Da una parte i cittadini e il coinvolgimento delle persone, dall’altra la capacità di legarsi al territorio e alla comunità. Io penso che un’amministrazione virtuosa è un’amministrazione che tiene presenti questi due elementi – al di là delle risorse che un Comune ha a disposizione e ben prima di tutto quello che i Comuni possono fare concretamente ogni giorno per rendere sostenibile la propria comunità, cioè riuscire a riattivare un dialogo, un rapporto diretto con i cittadini e a farlo ripartendo da quello che il territorio offre sia a livello di storia, di cultura e quindi a livello di identità.

Insieme ai cittadini dobbiamo ricominciare a camminare il nostro territorio per re-imparare a conoscerlo, a viverlo e di conseguenza a rispettarlo, per avere la possibilità di guardare a quello che potrà succedere in quel territorio fra venti, trenta, cinquant’anni. Quindi questo progetto ha la forza, ha la capacità di fare esattamente questo, cioè di fotografare l’esistente, di riscoprire, di far riemergere quello che ogni giorno attraversiamo a volte con distrazione, con velocità, con fretta, con ansia, e che non riconosciamo più come qualcosa di nostro, come qualcosa di collettivo. L’invito a tutti gli amministratori locali è proprio quello di riuscire a ricominciare a riconnettersi al nostro territorio, ripartire da lì per guardare al futuro.